Grafica 2D e 3D per percorsi emotivi

«Personalmente divido i musei in due gruppi:
quelli che psicologicamente comunicano calore e
quelli freddi… il museo caldo è quello che offre
un’atmosfera accogliente e fa tutto il possibile
perché il visitatore si senta a proprio agio. Il
museo freddo si concentra esclusivamente sugli
oggetti e vede il visitatore come qualcosa di
accidentale, a volte perfino fastidioso.»
User friendly museums and exhibitions.

Recipes for success
Kenneth Hudson, Lubiana 1993

Emozionali e Emotivi

Il Team Elastro applica le tecniche di modellazione 2D con after effect e 3D per progetti museali e percorsi emozionali ed emotivi.

L'obiettivo è quello di creare emozioni facendo rivivere oggetti 2D come foto o antiche stampe.

La tecnica del 3D al servizio di personaggi storici che raccontano e interagiscono con il visitatore.

Pupi interattivi

COMPUTER GRAFICA 3D

La computer grafica 3D è un ramo della computer grafica che si basa sull'elaborazione di un insieme di modelli tridimensionali tramite algoritmi atti a produrre una verosimiglianza fotografica e ottica nell'immagine finale. Essa viene utilizzata nella creazione e postproduzione di opere o parti di opere per il cinema o la televisione, nei videogiochi, nell'architettura, nell'ingegneria (CAD), nell'arte e in svariati ambiti scientifici, dove la produzione di contenuti con altri mezzi non è possibile o non conveniente

(wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Computer_grafica_3D)

×
KafféHouse.png

2D ed Effetti... fotografie e immagini 2D che si animano (after-effect)

In psicologia con il termine after-effect si intende un fenomeno di modificazione percettiva che si manifesta come conseguenza di una sensazione precedente.

Ad esempio osservando a lungo una linea curva, dopo qualche tempo essa appare diritta; se, subito dopo, si fissa lo sguardo su una linea diritta, essa appare curva in senso opposto alla prima.

Esempio di applicazione "after effect" è il progetto Cosmorama.

IL PROGETTO COSMORAMA IN SINTESI


Il progetto, dal nome dell’antico apparecchio con il quale attraverso una lente si potevano ammirare ingrandite e in rilievo immagini di città e di paesi di ogni parte del mondo, è stato realizzato da Artwarez e Elastro con il finanziamento del Gal Metropoli Est e dell’associazione Culturale Panaria Film. L'intento era di fare di Villa Valguarnera il punto di attrazione per i turisti, nell’ottica di promuovere l’itinerario turistico “rurale”, integrato alle realtà culturali e monumentali presenti nel territorio.
Dieci postazioni ad alta tecnologia interattiva, fantasmi in 2 e 3 D, una festa cinese, l’incontro con Goethe, Marianna Ucrìa e il Duca Enrico: ecco gli ospiti virtuali del Giardino di Villa Valguarnera, a Bagheria, nel percorso emozionale di "Cosmorama".

×
11011958_1650547371880752_7563251995046826376_o.jpg
11169486_1650547201880769_6724750648436024291_o.jpg
11958234_1650547315214091_8965981130495970973_o.jpg
enricoMuro4.gif
villa valguarnera1.jpg
Villa Valguarnera.jpg
;